Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

 

Durante la 24^ edizione di Mittelfest, festival internazionale di danza, prosa e musica, la Cooperativa Adelaide ha offerto una serie di servizi in relazione con il pubblico. In particolare, ha gestito completamente il Servizio di Sala e l’Ufficio Informazioni sotto il coordinamento della vice presidente Raffaella Caporale. Grazie alla preziosa sinergia creatasi con il resto dello staff, soprattutto con il personale della biglietteria e la direzione organizzativa, è stato possibile completare tutti i compiti con successo. Gli spettacoli si sono svolti in location differenti tra loro e ciascuna con le proprie peculiarità: dai teatri tradizionali quali il Teatro Adelaide Ristori di Cividale del Friuli e il Teatro Nuovo Giovanni da Udine fino a spazi inediti nella cittadina ducale come, per esempio, la Piazza del Duomo, il Chiostro della chiesta di San Francesco, il Pozzo di Callisto e il Belvedere sul fiume Natisone.

Tra gli spettacoli più importanti vanno segnalate le due serate all’insegna della danza internazionale: “Short storie” di e con Carolyn Carlson ed “Evolution” con Alessandra Ferri. Il cartellone della prosa è stato arricchito dall’anteprima nazionale di “Scandalo” con Stefania Rocca e Franco Castellano, ma non sono mancati gli applausi al Belarus Free Theatre, e alle ultime fatiche di Antonio Latella ed Emma Dante. Molto apprezzato anche il programma musicale arricchito dai due pianoforti per la pace del Duo Amal, l’indie rock dei Mashrou Leila e le suggestioni armene dell’Armenian Dream.

 

Ogni anno Mittelfest ospita, oltre agli spettacoli in cartellone, un’anteprima speciale, un appuntamento capace di richiamare l’attenzione del pubblico nazionale sulla kermesse. Nel 2015 è toccato all’Orchestra Nazionale dei Conservatori calcare il palcoscenico del Teatro Giovanni da Udine per presentare un composito programma sinfonico dedicato al Novecento italiano. L’intera macchina organizzativa del festival ha curato l’evento e, in particolare, la Cooperativa Adelaide si è occupata del Servizio di Sala e della sicurezza. Con precisione, puntualità e una sempre più elevata capacità di problem solving, il nostro giovane staff ha accompagnato il pubblico nella fruizione dello spettacolo che si è rivelato un successo. Nonostante l’impegno al Teatro Giovanni da Udine sia saltuario, la Cooperativa Adelaide ha accumulato una discreta esperienza di gestione di spazi ampi, si tratta di un’esperienza spendibile anche in altri contesti di pari importanza.

 


 

 

In occasione della serata-evento, la squadra della Cooperativa Adelaide ha lavorato in sinergia con lo staff del Ravenna Festival e la Key Congressi. In particolare, il nostro personale si è occupato di gestire l'ingresso degli oltre 2.500 spettatori e, durante il Requiem, di sorvegliare la platea, in particolare quella destinata ad accogliere gli spettatori con posto unico non numerato. Il grande afflusso di persone e il successo della manifestazione ha condotto il nostro personale ad occuparsi integralmente anche dei casi di disabilità, nonché del deflusso dell'intero pubblico alla fine del concerto.

Il Requiem di Verdi diretto da Muti rappresenta quindi una bella prova corale dell'intero staff della Cooperativa che si è dimostrato attento, puntuale e preciso nell'affrontare situazioni di grande stress, causate dall'elevato numero di persone e di molte autorità, tra cui il Presidente della Repubblica Italiana, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica di Croazia, e dalla complessità della location generalmente non adibita a questo genere di manifestazioni e dall'eccezionalità dell'occasione in sé.

10402684 280099762177942 3619103033176227439 n

 

Iscrizione Newsletter